Il segreto della felicità secondo i danesi

Sarà il freddo, l’aria sana oppure un sano ottimismo innato? Insomma danesi, secondo alcune ricerche, pare abbiano trovato la formula della felicità… Meik Wiking, direttore dell’Happiness Research Institute di Copenaghen, ha passato infatti anni a studiare la magia della vita danese. Infatti da più di 40 anni, la Danimarca risulta uno dei Paesi più felici del mondo. E’ secondo gli studiosi, la felicità sarebbe racchiusa in quella di “hygge”. Il termine “hygge” appunto risale al 19° secolo e deriva dalla parola germanica “hyggja” che significa pensare o sentirsi soddisfatti.“Il termine norvegese originario significa benessere – spiega -. Anche se hug , deriva da hugge ovvero abbracciare, ma anche da hygga – confortare”. Il manifesto hygge si traduce facilmente con atmosfera, gratitudine, armonia, comfort, condivisione e riparo. Ci sono aspetti su cui noi italiani possiamo lavorare, su altri è un po’ più dura. Chi ha figli ad esempio, in Danimarca smette di lavorare alle quattro, gli altri invece continuano, ma solo fino alle cinque. Poi c’è tempo per tutto. L’arte della hygge è l’arte di allargare la nostra zona di comfort includendo altre persone. Ma attenzione, il numero di persone più adatto alla hygge va da tre a quattro.

LEGGI ANCHE: Dormi, mangia, ama. Ecco le 7 regole della felicità

Gli antropologi americani sono stati colpiti dalle interazioni “Hyggelig” in cui nessuno cerca di prendere il centro della scena. È un momento in cui ognuno si toglie la maschera e lascia le difficoltà dietro la porta cercando di apprezzare la potenza della presenza degli altri. Molti ricercatori hanno anche scoperto che l’egualitarismo della Danimarca gioca un ruolo importante. In particolare, uno studio del 2009 di Robert Biswas-Diener ha trovato che mentre i ricchi americani e danesi sono felici in modo uguale, ciò non è così per i danesi a basso reddito che sono, invece, molto più felici rispetto ai loro omologhi americani. Ci sono inoltre altre montagne di ricerche che sostengono l’importanza dei legami sociali per il benessere. I sentimenti ricevuti e donati agli altri sono il senso e lo scopo della vita. I legami sociali possono aumentare la longevità, ridurre lo stress e anche aumentare il nostro sistema immunitario.

La parola Hygge inoltre è spesso associata anche alla casa e all’atmosfera che vi regna in un’ambiente familiare accogliente. Il motivo è molto semplice. Per i danesi gran parte della felicità ruota attorno a un ambiente domestico accogliente dove trascorrere i migliori momenti di relax alla fine di una lunga e impegnativa giornata. Esistono anche alcune cose che renderanno la vostra casa già felice come: 1 Il camino acceso. 2 Candele, tante candele. 3 Oggetti in legno, che ci fanno sentire più vicini alla natura. 4 Prodotti naturali, come piante, lana, aromi. 5Libri, da assaporare nei momenti di relax. 6 Ceramiche, da riempire con fiori, tè caldo e cibi deliziosi, magari fatti in casa.

Insomma secondo i danesi questa parola racchiude in seme della sana felicità, inoltre pare ci siano regole da non perdere di vista per praticare la felicità dei danesi:

1) Atmosfera – Abbassiamo le luci
2) Presenza – Qui ed ora (e spegniamo lo smartphone per un po’)
3) Piaceri – Caffè, cioccolata, dolcetti
4) Condivisione – Il noi prima dell’io
5) Gratitudine – Non diamo nulla per scontato
6) Armonia – Non è sempre una competizione
7) Relax – Prendiamoci una pausa e godiamoci dei momenti di relax
8) Tregua – Nessun dramma, possiamo discutere di politica un altro giorno
9) Unione – Costruiamo relazioni e raccontiamoci
10) Rifugio – Creiamo dei luoghi (fisici e mentali) di pace e tranquillità

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Author: Se red

Share This Post On